INCENDIO

Servizio di assistenza per gli interventi di salvataggio e messa in sicurezza urgente a seguito di un sinistro incendio

Gli interventi di salvataggio e contenimento del danno, quando siano precisi e tempestivi, costituiscono la prima e fondamentale contromisura verso le conseguenze negative di un evento dannoso. Per rendere quanto più possibile efficaci e risolutive tali attività, Assiteca mette a disposizione dei propri Clienti un nuovo servizio di assistenza semplice e gratuito.

A seguito di un sinistro (ad esempio un incendio, un evento atmosferico, un allagamento, etc.) che colpisca direttamente un bene aziendale assicurato, il Cliente può chiamare il numero verde



e ottenere:

entro 2 ore:

la consulenza telefonica di un operatore specializzato con le prime indicazioni sui più opportuni interventi di contenimento e salvataggio da porre in atto;

entro le successive 12 ore:

richiedere un sopralluogo tecnico di per S.p.A., società di bonifica e risanamento altamente qualificata, volto ad approfondire la situazione e a organizzare tutti gli ulteriori interventi di più immediata necessità per contenere il danno materiale e mitigare gli effetti dell’evento.

Le spese per tali interventi rientrano, ai sensi di legge e delle condizioni di polizza, nell’ambito delle coperture assicurative dirette, alla condizione che non siano state fatte inconsideratamente.

Le procedure da seguire per una corretta gestione dei sinistri incendio ed eventi speciali

  • segnalare immediatamente il danno al vostro referente Assiteca a mezzo posta o fax, (eventualmente preceduta da comunicazione telefonica o mail) indicando i seguenti dati essenziali:
    - giorno e ora del sinistro
    - sommaria descrizione dell’evento
    - riferimento alle polizze interessate
    - località e beni colpiti
    - entità presunta del danno
  • adoperarsi per impedire o arrestare lo sviluppo del sinistro, salvare le cose assicurate e curare la loro conservazione
  • conservare a disposizione del Perito della Compagnia i residuati del sinistro che non potranno essere allontanati senza il benestare dello stesso. Analogamente senza tale consenso non potranno essere avviati lavori di ripristino ai locali e alle cose danneggiate, salvo quanto indispensabile
  • se l’evento configura una possibile fattispecie di reato presentare immediata denuncia alle Autorità Giudiziarie o di Polizia del luogo. E’ consigliabile formulare la stessa in modo generico e con riserva di ulteriori successive precisazioni
Assiteca accerterà che il danno denunciato sia coperto dalle Condizioni di Polizza, aprirà la pratica del sinistro, segnalerà il danno alla Compagnia, interesserà la stessa alla nomina del Perito e alla eventuale autorizzazione ai primi interventi richiesti e, se necessario, affiancherà il Cliente in tutte le esigenze del caso. Se necessario, inoltre, provvederà alla nomina di un Perito di parte.
Al momento dell’incontro con il Perito incaricato, si dovrà predisporre la documentazione che segue:
  • planimetria della zona sinistrata e/o dell’intero insediamento
  • fotografie del danno
  • primo elenco informativo dei beni danneggiati
  • prima valutazione di massima del danno relativo agli enti interessati dal sinistro, seguita dai preventivi di spesa
  • fotocopia delle polizze interessate e delle eventuali appendici
  • dettaglio dei beni di Terzi eventualmente interessati dal sinistro
  • copia delle denunce alle Pubbliche Autorità.
Al momento della definizione dell’ammontare di danno occorrerà predisporre l’eventuale altra documentazione richiesta dal Perito e presentare il consuntivo di danno documentato a mezzo di:
  • preventivi e/o consuntivi in fattura di tutte le forniture e prestazioni, ricevute da Terzi per il rimpiazzo ed il ripristino dopo il sinistro
  • bolle interne di magazzino per i materiali prelevati internamente
  • documentazione interna relativa all’impiego di manodopera aziendale utilizzata per le operazioni di spegnimento, primo intervento, demolizione, sgombero, ripristino, ricostruzione, riprogettazione, sorveglianza e direzione dei lavori necessari alla ricostruzione od al rimpiazzo dei beni danneggiati.
Se l’entità del danno lo consiglia, per una corretta contabilizzazione di quanto sopra si suggerisce l’apertura di un “centro di costo” specifico, al quale saranno imputati tutti i costi e le spese relative al sinistro.
Copia di tale documentazione dovrà essere inviata per conoscenza ad Assiteca.
Per ottenere l’anticipo dell’indennizzo (50% del presunto danno), una volta appurato che il sinistro sia di entità superiore al limite fissato dalla polizza, è necessario farne richiesta alla Compagnia, tramite Assiteca.
Generalmente, l’obbligo della Compagnia all’anticipo scatta dal 90° giorno dalla data del sinistro, purché ne siano trascorsi almeno 30 dalla richiesta.
Al momento del ricevimento del progetto di liquidazione inviato dal Perito, con l’ausilio di Assiteca si provvederà a controllarne la corrispondenza con le richieste di risarcimento avanzate.
In caso di accettazione della liquidazione l’atto sarà ritornato firmato al Perito stesso, in caso negativo verranno formulate le debite eccezioni fino al conseguimento della liquidazione definitiva.
Copia dell’atto sottoscritto verrà inviata ad Assiteca che si interesserà per il recupero degli importi presso la Compagnia delegataria o le Compagnie di riparto.